Edizione 2013

C’ERA UNA VOLTA

Le fiabe hanno gambe lunghe e viaggiano spedite attraverso terre e confini. Sono leggere come farfalle e, svolazzando qua e là, raccolgono profumi e colori. Sono storie magiche o avventurose, favole di animali, personaggi buffi o eroi che appartengono alla tradizione orale di tanti popoli.”

(Graziella Favaro)

Le fiabe, si sa, sono uguali dappertutto, ma sono anche lo specchio del mondo e della vita. La fiaba, qualunque origine abbia, è soggetta ad assorbire qualcosa del luogo in cui è narrata, un paesaggio, un costume, una moralità, o pur solo un vaghissimo accento o sapore di quel paese. Per farsi ricordare e amare i personaggi e le storie si trasformano in base alle caratteristiche di un certo luogo e di un certo tempo.

Le storie camminano, si tramandano da una generazione all’altra, si spostano di paese in paese e in questo continuo movimento si trasformano, mutano aspetto pur mantenendo intatta e immobile la loro struttura che altro non è che il prodotto di un inconscio collettivo comune all’umanità. Ognuna delle fiabe che hanno allietato i ricordi della nostra fanciullezza altro non è che il risultato di un lavoro di tessitura di molti fili e molte culture.

Attraverso il racconto e la fiaba è possibile valorizzare diversità e uguaglianze. Siamo sempre più immersi in contesti multicolore, la nostra società sembra trasformarsi in un villaggio globale, dove i media, il turismo, le migrazioni avvicinano i popoli di tutti i continenti.

E’ importante comprendere e salvare la diversità che proviene dalla specificità di un luogo e di un tempo.

L’Associazione Culturale InCoro presenta il progetto BaB, Bimbi a Bordo, un viaggio nel mondo attraverso il racconto e la fiaba per bambini, un’occasione di incontro, gioco, per i più piccoli, ma anche di riflessione sulla nostra identità culturale, che passa anche attraverso l’universo dei bambini. BaB sarà il primo viaggio letterario per bambini nella provincia del Medio Campidano.

EDIZIONE 2013